Maria Montessori, la donna più straordinaria d’Europa

Maria Montessori, la donna più straordinaria d’Europa

Maria Tecla Artemisia Montessori è stata definita “la donna più straordinaria d’Europa”.Il 31 agosto del 2020 si sono compiuti i centocinquant’anni dalla nascita della grande educatrice, pedagogista, filosofa e creatrice del personale metodo educativo oggi famoso in tutto il mondo.
Maria Montessori, fra le altre cose è stata la terza donna italiana a conseguire una laurea in medicina. La sua tesi, discussa il 10 luglio del 1896, era il suo “Contributo clinico allo studio delle allucinazioni a contenuto antagonistico”. In questo lavoro la ventiseienne Montessori si sforzava di trovare una definizione clinica delle allucinazioni e far luce su un ambito piuttosto marginale, periferico, come quello rappresentato allora dalla malattia mentale. donne italiane che lavorano in fabbrica e nei campi per diciotto ore al giorno, ricevendo la metà dello stipendio riservato agli uomini per svolgere lo stesso lavoro, se non inferiore».
Nel 1899, anno d’oro per lei, partecipò al Congresso internazionale per i diritti femminili a Londra, si recò a Parigi ad approfondire i suoi studi scoprendo gli approcci di Itard e Séguin, e, tornata in Italia, divenne consigliera della neonata Lega nazionale per la protezione dei fanciulli deficienti, ottenendo anche l’insegnamento di Igiene e antropologia presso l’Istituto superiore di magistero femminile di Roma.

Di lei, di questa donna straordinaria se ne è parlato durante la lezione on line tenuta nell’Aula Magna dell’Università per Stranieri di Perugia, che ha visto in cattedra protagonisti il professor Stefano Ragni e il giornalista Francesco Castellini.

wp_11302647

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *